INTER vs Atalanta 2-0

Servivano i tre punti e sono arrivati. L’Inter non delude davanti al proprio pubblico e scaccia via lo ‘spauracchio’ atalanta con un netto 2 a 0, risultato che avrebbe potuto essere anche più rotondo se la solita sfortuna non avesse giocato brutti scherzi ai Nerazzurri (un rigore sprecato e due pali colpiti).

10647149_812086685508139_6461206145270322206_n

Mr. Mazzarri stavolta non sbaglia, azzeccando ogni mossa: manda in campo la squadra con il solito 3-5-2 formato da Handanovic, Ranocchia (C), Vidic, Juan Jesus, Jonathan, Guarin, Medel, Kovacic, Dodò, Palacio, Icardi e la squadra non delude, partendo subito forte nonostante il buon ritmo di gara imposto anche dagli avversari, che però propongono un gioco troppo irruento, incentrato quasi esclusivamente sull’agonismo. A farne le spese è Icardi, che deve abbandonare il campo al venticinquesimo per una botta ricevuta senza troppi complimenti da un difensore avversario (sembra comunque trattarsi soltanto di forte contusione sopra il ginocchio). Al suo posto entra Osvaldo, che sarà assoluto protagonista della serata.

Dopo i tentativi di Medel (conclusione fuori di pochissimo), Vidic (palo clamoroso), Palacio (errore davanti al portiere dopo il perfetto assist di Kovacic) e dello stesso Kovacic (tiro da fuori, esce non di molto), alla mezz’ora l’Inter spreca anche l’occasione più grande: Ranocchia atterrato in area, l’arbitro concede giustamente il calcio di rigore che però Palacio non riesce a trasformare facendosi respingere il penalty dal portiere avversario.

10155504_812086385508169_6019992756086890301_n

Nonostante l’errore l’argentino è comunque autore di una buona prova, come sempre generosa (è però evidente il ritardo di condizione dell’ex genoa).

I Nerazzurri continuano comunque ad avere il sopravvento del gioco, con Kovacic e soprattutto Guarin assoluti protagonisti: proprio da un calcio di punizione del colombiano (uno dei migliori anche stasera) arriva la splendida girata aerea di Osvaldo, che al 40′ porta in vantaggio l’Inter. Gesto tecnico da autentico fuoriclasse.

10418531_812086275508180_5665765116053069345_n

10710784_812086152174859_4017709550801131703_n

Si va dunque al riposo sull’1 a 0 per i Nerazzurri.

Ripresa che inizia con gli ospiti subito pericolosi, ma Handanovic è bravo a respingere l’insidioso tiro-cross di Dramè. L’Inter si riaffaccia in avanti, ma il tentativo di Kovacic finisce ancora di poco a lato.

10603673_812085288841612_947187438674959100_n

I bergamaschi rischiano allora il tutto per tutto: dentro Gomez e Boyake, per un attacco più pesante, che porta maggiori apprensioni alla difesa Interista. Mr. Mazzarri corre allora ai ripari ed inserisce prima Hernanes al posto di uno stremato Guarin, poi, al quarto d’ora dalla fine, M’Vila per Palacio, rinforzando un centrocampo comunque tenuto in mano da uno strepitoso Medel, probabilmente il migliore in campo della serata.

Gli innesti portano comunque maggiore equilibrio, ed a tre minuti dalla fine è proprio l’ex lazio a trovare la rete della tranquillità con una punizione calciata magistralmente dal limite dell’area.

1392996_812086118841529_4667527431856526918_n

1476298_812085952174879_2644128794936429393_n

10659250_812085875508220_8716601150326347680_n

10516748_812085885508219_5835785579545039221_n

Linea mediana promossa dunque a pieni voti (anche M’Vila entra in campo con il giusto atteggiamento), con il trio titolare Medel-Guarin-Kovacic che mostra già una buona intesa. Sugli esterni faticano un po’ Jonathan e Dodò, ma i due brasiliani si guadagnano comunque la piena sufficienza. La retroguardia, ben protetta dal filtro dei centrocampisti, non rischia più di tanto: il migliore è comunque Capitan Ranocchia, sempre puntuale nelle chiusure e bravo anche a far ripartire l’azione.

10653744_812085345508273_7962494521369768542_n

In avanti, nonostante la tegola Icardi (domani gli accertamenti sapranno darci l’esatta entità dell’infortunio) ed il rigore sprecato da Palacio, si è vista un’Inter viva e spesso pericolosa (da ricordare anche il palo colpito dal “Trenza” nella ripresa), con Osvaldo autore di una gara davvero superlativa, condita come ricordato da una realizzazione da cineteca.

10392328_812086528841488_6954054211763753366_n

Adesso occorre trovare continuità: Domenica a San Siro arriva il cagliari, vietato sbagliare. Vogliamo altri tre punti.

FORZA RAGAZZI!

.:: I Voti ::.

Handanovic 6
Ranocchia (C) 6,5
Vidic 6
Juan Jesus 6
Jonathan 6
Guarin 7
Medel 8
Kovacic 7
Dodò 6
Palacio 6
Icardi 6

Osvaldo 8
Hernanes 6,5
M’Vila 6,5

All. Mazzarri 8

Annunci

6 pensieri riguardo “INTER vs Atalanta 2-0

    1. Iacopo non c’è paragone tra lui e Guarin: il colombiano è troppo più completo, e sorpattutto non rallenta la manovra come invece capita quando gioca Hernanes. La soluzione di ieri cmq può essere un buon compromesso, partire con Guaro e inserire l’ex lazio quando il risultato è acquisito e/o i ritmi si abbassano.

      Mi piace

    1. Ieri era importante vincere, per dare continuità di risultati ad un progetto che sembra esser finalmente quello giusto. Su Hernanes nutro ancora molte perplessità, certo è che il gol di ieri sarà molto importante per consentirgli di riacquisire la fiducia negli ultimi tempi un po’ smarrita.

      Mi piace

  1. Ezio comunque quest’anno ci sarà bisogno di tutti, quindi è un bene che anche hernanes abbia teovato la via del gol..detto questo anche a me il giocatore non entusiasma..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...