INTER vs Palermo 3-0

Bravi Ragazzi! Adesso avanti così.
Serviva una serata come quella di ieri, una gara ben giocata, una vittoria netta e convincente.
La strada da fare è ancora moltissima, ma la risposta che attendevamo è finalmente arrivata, e questo va sottolineato.

10679605_893444110705729_8532149826101922482_o

Mr. Mancini stavolta non sbaglia, mettendo in campo una squadra equilibrata, determinata ed aggressiva: il 4-3-1-2 sembra garantire maggiore compattezza, miglior dialogo tra i reparti, distanze corte e raddoppi più efficaci. Il centrocampo più massiccio (non soltanto numericamente) sembra coprire meglio il campo, agendo finalmente da scudo davanti ad una difesa che nelle ultime uscite era apparsa troppo spesso in balìa di se stessa (oltre che dell’avversario di turno).

10662090_893443694039104_1242913193234168513_o

Contro un cliente non certo semplice come il Palermo, i Nerazzurri hanno saputo imprimere sin dai primi minuti la propria impronta sulla gara, dettando ritmo di gioco ed aggredendo sulla trequarti avversaria. L’1 a 0 di Guarin (il migliore in campo per lucidità e continuità, il colombiano è stato anche autore dei 2 assists che hanno portato prima al raddoppio, poi al tris di Icardi sul finire di gara) al quarto d’ora è stato soltanto il prologo di una partita a forti tinte Nerazzurre (ricordiamo soltanto un’occasione per i siciliani, seppur insidiosissima, sprecata in malomodo da Dybala), in una serata che sembra aver finalmente confermato i buoni propositi del progetto iniziato dal nuovo tecnico Mancini. Un’idea di gioco non semplice da assimilare, non facile da applicare, ma certamente migliorativa e, speriamo, vincente: la difesa a quattro dovrà esser pronta ad accettare spesso l’uno contro uno, i centrocampisti saranno chiamati ad accompagnare la fase offensiva con maggiore intensità continuando però a garantire copertura, il reparto avanzato dovrà esser bravo e rapido in fase di spinta così come in quella di interdizione. Il pressing alto, con l’enorme lavoro richiesto agli attaccanti, potrà infatti rappresentare d’ora in avanti il vero punto di svolta dell’intero gioco: in questo modo la squadra si sta abituando a giocare alta, con maggior ritmo, senza risultare più passiva e pronta soltanto per le ripartenze.

10869582_893442890705851_5625561756353746747_o

La nuova linfa portata dai neo-arrivati Santon e Brozovic era proprio quello di cui l’Inter aveva bisogno: il terzino è stato autore di una partita impeccabile in fase difensiva, mostrando netti miglioramenti dal punto di vista tattico.

10986846_893443814039092_7807182768859440712_o

Il centrocampista croato, peraltro alla sua prima a San Siro, ha saputo subito prendersi la scena con tocchi di classe uniti ad una disciplina fuori dal comune, dimostrando di valere nettamente gli sforzi profusi dalla Società per portarlo alla corte di Mancini.

10974396_893443724039101_4579876564020745254_o

Il rientro di Juan Jesus in difesa si è fatto chiaramente sentire, con il brasiliano che ha saputo talvolta rimediare anche alle indecisioni dei compagni di reparto (Ranocchia è apparso più di una volta insicuro, probabilmente ancora condizionato dall’errore di Napoli) ed autore di una prova superlativa.

10917228_893442690705871_6480382823045973782_o

Bene anche Medel vertice basso, sempre pronto al raddoppio e veloce anche in fase di ripartenza, il vero crack della serata è stato pero Fredy Guarin, finalmente decisivo ed autore di una gara veramente da applausi (come ricordavamo sopra, nettamente il migliore in campo).

10960034_893443994039074_6734240988411016507_o

Passando al reparto avanzato, Shaqiri ha saputo giostrare bene tra le linee, tenendo spesso in apprensione la difesa avversaria con sortite palla al piede mai fini a se stesse. Ancora in chiaroscuro Palacio, volitivo ma chiaramente non al meglio.

1796727_893444064039067_5904895783221829509_o

Capitolo a parte merita Mauro Icardi: al centro delle inutili polemiche sapientemente cavalcate dalla stampa per tutta la settimana (a seguito del “battibecco” con i tifosi della curva in occasione della sconfitta di Sassuolo), l’attaccante argentino ha risposto con una doppietta, mettendo a tacere tutti i detrattori. Francamente continuo a non comprendere gli attacchi gratuiti del tifo organizzato verso un giocatore che continua a segnare gara dopo gara, unico vero riferimento offensivo di una squadra che ha attraversato un momento non certo semplice. Il numero 9 però c’è sempre stato, pronto ad infilare il portiere avversario con invidiabile continuità. Mostrando anche una professionalità ineccepibile.

10338423_893443070705833_8853066968057375684_o

I fischi e gli striscioni di protesta non hanno mai aiutato e non aiuteranno mai la squadra, questo è bene chiarirlo (quello poi rivolto al Presidente Moratti è stato a mio parere ingiusto ed inopportuno: signorilità ed educazione non dovrebbero mai essere motivo di contestazione).

10551489_893443284039145_4447196521182624873_o

Detto questo, adesso dobbiamo continuare su questa strada, i battibecchi si trasformeranno da soli in applausi.
L’unione fa la forza, ricordiamocelo sempre.

FORZA RAGAZZI!

.:: I Voti ::.

Handanovic 6
Santon 6,5
Ranocchia (C) 6
Juan Jesus 7
Nagatomo 6
Guarin 8,5
Medel 7
Brozovic 8
Shaqiri 7
Palacio 6
Icardi 8

Dodò 6
Campagnaro 6
Kovacic 6

All. Mancini 7,5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...