Roma vs INTER 1-1

Nonostante il distacco dalla terza piazza sia rimasto invariato, il pareggio di Roma può e deve essere considerato un ottimo risultato in chiave Champions. I Nerazzurri hanno mostrato carattere e determinazione, e per oltre un’ora di gioco hanno messo sotto un avversario che, ricordiamolo, era reduce da ben otto vittorie consecutive.

12779075_1117351698314968_6499915013242028771_o

Le assenze di Icardi e Palacio si sono fatte sentire soprattutto nei minuti finali, quando ci sarebbe stato bisogno di far rifiatare la squadra e tenere la palla in avanti: l’unico a deludere, nonostante l’evidente impegno profuso, è stato infatti il brasiliano Eder, mai nel vivo del gioco e probabilmente poco adattabile ad una posizione che non rientra propriamente nelle sue corde. Per il resto è stata un’ottima Inter, probabilmente una delle migliori dell’intera stagione, sia sotto l’aspetto tattico che dal punto di vista dell’approccio alla partita: il centrocampo, pur orfano dell’indisponibile Kondogbia, ha saputo filtrare al meglio schermando una difesa finalmente tornata sicura come ad inizio Campionato (il pareggio dei giallorossi infatti è arrivato soltanto grazie ad un’azione improvvisata, frutto dell’errore del neo entrato Dzeko che, svirgolando la palla ha involontariamente assistito il compagno Nainggolan che ha trafitto l’incolpevole Handanovic).

886601_1117351661648305_3596438602006172528_oTra i migliori indubbiamente Medel e soprattutto Brozovic, che sta pian piano trovando il giusto ritmo imponendosi come uno dei migliori prospetti nel ruolo. Sugli scudi ancora una volta Perisic, nuovamente in gol ed autore di una prestazione a dir poco esaltante.

10274045_1117351701648301_3503266994906982133_n

10399686_1117351694981635_2214991550017783107_n

Così come Miranda e Nagatomo, quest’ultimo formidabile nell’annullare un cliente scomodo come Salah. Per il resto tutti ampiamente sufficienti, con Handanovic tornato ai livelli entusiasmanti di inizio stagione con un paio di interventi decisivi. L’unica pecca è stata quella di non aver concretizzato le buone occasioni avute dopo il gol del vantaggio: con un pizzico di cinismo in più saremmo oggi a celebrare un’impresa che, a dire il vero, l’Inter avrebbe certamente meritato di portare a compimento.

12087739_1117351654981639_7237684371164292230_o

È doveroso infine sottolineare i meriti di Mr. Mancini, che ha saputo annullare tatticamente  il tanto osannato collega avversario schierando una squadra bravissima a recepire i suoi dettami pur essendo fortemente rimaneggiata: questo pareggio è stata una “vittoria” soprattutto per lui, troppo spesso ingiustamente criticato per colpe che, probabilmente, non erano soltanto sue.

12322904_1117351658314972_3949727485223186228_o

Adesso, con 24 punti a disposizione ad otto gare dal termine, l’Inter deve continuare a credere nell’impresa. Niente è impossibile e questa è la strada giusta.

FORZA RAGAZZI!

.:: I Voti ::.

Handanovic 6,5
D’Ambrosio 6
Miranda (C) 6,5
Murillo 6
Nagatomo 7
Medel 6,5
Brozovic 7
Biabiany 6
Perisic 7,5
Ljajic 6
Eder 5

Manaj 6
Melo s.v.

All. Mancini 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...