Chievo vs Inter 0-2

Male, malissimo la prima.

Ad incidere pesantemente in negativo le vicissitudini societarie di quest’ultimo periodo, con il cambio della proprietà ad inizio estate e, soprattutto, l’avvicendamento alla guida tecnica che ha portato una quindicina di giorni fa all’arrivo di Frank De Boer al posto di Mancini.

E’ proprio da qui che deve iniziare la nostra disamina sulla disfatta di Verona, che Domenica ha visto i Nerazzurri soccombere di fronte ad un Chievo non certo irresistibile, palesando tutti i limiti di una squadra che, almeno per il momento, fa trasparire insicurezza e soprattutto insofferenza.

Senza voler gettare la croce addosso all’ultimo arrivato, sono state evidenti le responsabilità del nuovo allenatore Interista, ad iniziare dalla scelta del modulo: un 3-5-1-1 che ha finito per avvantaggiare, e non poco, la corsara squadra avversaria, creando soltanto confusione tra i Nerazzurri in campo, non abituati e non adatti per caratteristiche allo schieramento scelto.

Molti giocatori hanno infatti patito oltremodo la scarsa adattabilità al ruolo, (vd. D’Ambrosio e Nagatomo), finendo per peggiorare la già critica situazione.

Anche la scelta di schierare Candreva da tornante a destra, arretrando di almeno 30 metri il raggio d’azione del nazionale azzurro, ha influito negativamente sulla prestazione dell’ex Lazio, apparso contratto e poco incisivo anche a causa di una condizione fisica non ottimale.

Del terzetto, anzi quartetto (ci mettiamo anche Handanovic, blocco di marmo soprattutto sul secondo gol dei clivensi, quando sarebbe bastato allungare una mano per deviare il destro di Birsa) difensivo sarebbe meglio non parlare, anche se dobbiamo necessariamente soffermarci su due aspetti fondamentali: il primo è quello relativo appunto al modulo. Per caratteristiche dei singoli questa squadra non ha nelle proprie corte la difesa a tre, credo sia ovvio ed appurato. Sconcertante è stato soprattutto il fatto di vedere un terzino naturale come D’Ambrosio schierato come centrale, quando a disposizione possiamo vantare uno dei migliori nel ruolo, vale a dire Gary Medel, due volte campione della Coppa America proprio da centrale difensivo.

Il secondo aspetto, è quello della mancanza di alternative. Domenica abbiamo rivisto un Ranocchia impresentabile, e considerando la lunga e tormentata stagione da affrontare sarebbe quantomeno auspicabile un innesto, di qualità, nel pacchetto arretrato, in grado di garantire una turnazione qualitativamente all’altezza in caso di indisponibilità di Miranda e/o Murillo.

Tra i pochi a salvarsi a Verona, a parere del sottoscritto, è stato il francese Kondogbia, apparso lucido e volitivo, spesso nel vivo del gioco. L’unico che ha provato a dare una scossa ai compagni con tentativi di sfondamento palla al piede. Male invece Medel, apparso fuori condizione, così come il neo acquisto Banega, probabilmente in difficoltà sui raddoppi dei veronesi e ancora alla ricerca del ritmo giusto per affrontare un Campionato tatticamente difficile come quello italiano.

Davanti, non pervenuti Eder e soprattutto Icardi, autore di una partita pesantemente insufficiente (da un capitano, peraltro fresco di rinnovo, anche se non ancora formalizzato ufficialmente, ci saremmo aspettati sinceramente molto di più).

Ci saremmo aspettati dal nuovo tecnico olandese quantomeno correttivi in corso, ma anche nel secondo tempo il copione è stato il medesimo: difesa a tre e attacco ad una punta e mezzo.

Anche l’inserimento dell’uomo più in forma, Ivan Perisic, non ha portato i risultati sperati. Ma questo perchè il croato, così come Candreva, è stato schierato in posizione troppo arretrata, troppo distante dalla porta avversaria per risultare incisivo in avanti.

Adesso c’è una settimana per preparare l’esordio a San Siro contro il Palermo. Vediamo di fare le cose perbene.

FORZA RAGAZZI!

.:: I Voti ::.

Handanovic 4

D’Ambrosio 5

Ranocchia 4

Miranda 5

Candreva 5,5

Kondogbia 6,5

Medel 5

Nagatomo 5

Banega 5,5

Eder 5

Icardi (C) 4

Perisic 5,5

Brozovic 5,5

Palacio 5,5

All. Frank De Boer 4

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...