INTER vs Palermo 1-1

Un piccolo passo in avanti. Non certamente per la prestazione, tantomeno per il risultato, visto l’avversario (con tutto il rispetto per il Palermo). Si è vista però una nuova idea di calcio, sfortunatamente non supportata dalla precaria condizione fisica che, è evidente, sta limitando fortemente il potenziale che questa nuova Inter sembrerebbe poter avere nelle proprie corde.
Dopo lo sventurato esordio veronese, alla prima stagionale a San Siro Mr. De Boer ha scelto di affidarsi al suo modulo favorito, quel 4-3-3 con il quale aveva riportato l’Ajax ai fasti di un tempo vincendo 4 titoli consecutivi in Eredivise. Un esperimento riuscito però soltanto a metà, con diversi singoli apparsi non propriamente adatti allo schieramento: la difesa a 4 ha indubbiamente riportato maggiore sicurezza, grazie anche al rientro del colombiano Murillo, giocatore imprescindibile per questa Inter. L’idea calcistica dell’allenatore olandese richiederebbe però maggiore spinta ed intraprendenza da parte dei due esterni bassi, cosa che non abbiamo visto nè da parte di D’Ambrosio a destra (autore comunque di una prestazione dignitosa), nè tantomeno da Santon sulla corsia mancina, apparso troppo timido e contratto. Con le chiavi del centrocampo affidate ad un volitivo (ma non al meglio della condizione) Ever Banega, schierato da regista basso con Medel e Kondogbia ai lati, la squadra ha mostrato certamente più idee rispetto alla gara precedente, idee però non accompagnate nella praticità come detto a causa di una condizione fisica generale non accettabile. L’argentino ha tentato di dettare i tempi di gioco senza però ricevere il giusto supporto dai due compagni di reparto: il cileno è apparso inadatto al ruolo d intermedio, mentre Kondogbia ha riproposto tutti i propri limiti inframezzati da qualche sporadica uscita palla al piede, spesso purtroppo fine a se stessa. Il vero freno all’intera manovra è arrivato però dalla prestazione insufficiente del reparto offensivo: Eder e Perisic, spesso confusi ed inefficaci, hanno certamente agevolato la partita di un avversario attendista e pronto a ripartire, in un terreno già reso fertile dalla inguardabile prova offera da Capitan Icardi (al netto della rete realizzata), sempre avulso dalla manovra, statico e apatico, e francamente irritante.
Le cose sono sensibilmente migliorate con l’inserimento sulla destra di Antonio Candreva, entrato subito in partita ed autore dell’assist vincente che ha portato al pareggio.
Serviranno ancora tanto lavoro e dedizione da parte di tutti, allenatore e giocatori, per ritrovare il giusto passo e conseguire finalmente la prima vittoria in questo Campionato.
Stavolta, tra le altre cose, non possiamo neanche lamentarci per il calciomercato, visti i colpi della nuova proprietà cinese che è riuscita ad accaparrarsi due tra i migliori prospetti del panorama calcistico attuale.
Queste due settimane dovranno servire a riorganizzare le idee in vista della prossima sfida, che vedrà i Nerazzurri affrontare il neopromosso Pescara. Partita da vincere senza se e senza ma.

FORZA RAGAZZI!

.:: I Voti ::.

Handanovic 4
D’Ambrosio 6
Miranda 6
Murillo 6,5
Santon 4,5
Medel 6
Banega 6
Kondogbia 5
Perisic 5,5
Eder 5
Icardi (C) 5

Miangue 6
Candreva 7

All. De Boer 6

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...