Pescara vs Inter 1-2

Vittorie come quella di ieri possono cambiare il corso di un’intera stagione. 
Non sarà stata un’Inter bellissima, certamente siamo ancora in ritardo di condizione, i meccanismi sono ancora in evidente rodaggio, ma la reazione è stata da vera squadra, da grande squadra. 
Conquistare tre punti in rimonta, segnando due volte negli ultimi quindici minuti di partita è sinonimo di grande forza, tantopiù in una situazione ambientale complicata come quella che si stava prospettando per i Nerazzurri.
I cambi di Mr. De Boer, coraggioso nell’inserire tre attaccanti tenendo in campo Icardi e Banega, hanno dato lo sprone ad una squadra rimasta stordita dal vantaggio dei padroni di casa, hanno rappresentato la scossa che ha portato alla vittoria: complimenti a Capitan Icardi che ha saputo tramutare in rete due palloni non semplici, ed a Samir Handanovic che ha tenuto a galla la gara negando il raddoppio ai pescaresi prima della vittoriosa rimonta Nerazzurra.
Epilogo a parte, ieri abbiamo comunque potuto apprezzare diversi miglioramenti: l’inserimento di Joao Mario in mediana ha senza dubbio portato maggior senso tattico in una squadra sino ad oggi pervasa da una pericolosa confusione anarchica, dove il solo Ever Banega era sembrato all’altezza del ruolo. L’ex Sporting Lisbona, oltre ad innalzare il tasso tecnico, ha mostrato già ieri di poter essere un punto di riferimento fondamentale sia in ripartenza che in fase passiva. Con lui e Medel, che in questa stagione si alternerà spesso e volentieri con Kondogbia nel ruolo, anche l’argentino Banega potrà essere più libero di creare gioco e di avvicinarsi alla trequarti avversaria, posizione nella quale appare certamente più a proprio agio (ieri, al netto dell’errore che ha poi portato al momentaneo vantaggio dei padroni di casa, l’ex Siviglia è stato tra i migliori per continuità e qualità, mettendo lo zampino anche nei gol Nerazzurri con i due assists per Icardi).
Il gioco di Mr. De Boer si è soltanto intravisto, ma il pressing alto portato dalle punte e dagli intermedi di centrocampo, quando sarà supportato da una miglior condizione, potrà diventare un’arma importante da sfruttare.
Si è vista un po’ di flessione negli esterni offensivi, dovuta unicamente alla condizione non ottimale. Anche la difesa non è apparsa lucida, ma siamo certi che il lavoro porterà netti miglioramenti.
Per ultimi, meritano una menzione speciale Handanovic e Capitan Icardi: il primo autore di un paio di interventi decisivi in un momento cruciale del match, il secondo uomo-partita con una doppietta d’autore, che ha regalato 3 punti fondamentali ai Nerazzurri in una settimana già decisiva (giovedí esordio in Europa League e Domenica supersfida a San Siro contro la capolista juventus).
Adesso sotto con la preparazione della prima gara stagionale in Europa, dove serviranno assolutamente i tre punti.

FORZA RAGAZZI!

.:: I Voti ::.

Handanovic 8
D’Ambrosio 5,5
Miranda 6
Murillo 6
Santon 6
Joao Mario 6
Medel 6
Banega 7,5
Candreva 5,5
Perisic 5
Icardi (C) 8,5

Jovetic 5,5
Eder 5,5
Palacio 6

All. Frank De Boer 6,5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...