Inter vs Fiorentina 3-0

Cari Lettori,

Interista nel Cuore torna a scrivere dopo molto tempo, e lo fa all’indomani del vittorioso esordio dei Nerazzurri in questo nuovo Campionato che si preannuncia il più scoppiettante degli ultimi anni.

Ci eravamo lasciati con l’annuncio di Stefano Pioli come nuovo allenatore dell’Inter, subentrato nello scorso Novembre all’inadeguato e sventurato Frank De Boer, protagonista di un inizio di stagione a dir poco deludente.

Ebbene quest’anno la prima è andata bene, sembra un’Inter diversa e finalmente riappropriatasi di se stessa. Siamo soltanto al 21 di Agosto, il Campionato ha visto soltanto la sua prima gara, ma le sensazioni sono indubbiamente più che positive, e se teniamo conto anche dell’ottimo precampionato gli indizi sembrano portare nella giusta direzione.

Ieri a San Siro erano oltre cinquantamila i Tifosi sugli spalti, arrivati al Meazza per ammirare la prima Inter ufficiale del nuovo tecnico Luciano Spalletti: i Nerazzurri hanno saputo ripagare la fiducia dei supporters giocando un gara ad alta intensità sin dai primi minuti, mostrando il giusto mordente e la giusta voglia di regolare la pratica da grande, dando anche un segnale di maturità. Non c’è più tempo per gli errori, non c’è più tempo da perdere: quest’anno l’Inter vuol tornare a recitare un ruolo importante in Campionato e lo vuol fare sin da subito.

I dettami di Mr. Spalletti sembrano esser stati ben recepiti dal Gruppo (peraltro elogiato dallo stesso allenatore in occasione della consueta conferenza stampa della vigilia): a fare grande una squadra debbono essere i calciatori, che devono dimostrare di meritare la maglia che indossano onorandola e rispettandola in ogni occasione. Le individualità dovranno esser messe al servizio della squadra, l’aiuto reciproco dovrà essere la nuova forza di questo gruppo che punta a tornare protagonista.

Elementi questi che si sono palesati in occasione della sfida di ieri contro la Fiorentina di Pioli (passato nel frattempo sulla panchina dei viola), una gara già messa al sicuro dopo appena quindici minuti grazie alla doppietta di Capitan Icardi che al 5° minuto si guadagna e trasforma un rigore (confermato anche dalla VAR) assegnato dall’arbitro Tagliavento, e 10 minuti più tardi insacca di testa per la sua doppietta personale andando a raccogliere magistralmente il perfetto assist di Perisic.

Come dicevamo in apertura è stata un’Inter determinata ed aggressiva sin dai primi minuti, con reparti corti e pressing alto che il quartetto offensivo ha indubbiamente interpretato nel migliore dei modi: in fase di non possesso Icardi è stato il primo difensore, con Candreva e Perisic  in costante pressing sugli esterni bassi avversari, coadiuvati dal duo Valero-Brozovic che, alternandosi, sono andati ad ostruire le linee di passaggio centrali mettendo in seria difficoltà la squadra viola nella fase di ripartenza.

L’altro mediano, Vecino, ha cercato di schermare la linea difensiva con buona presenza fisica e buona corsa, non disdegnando di proporsi in fase di possesso con giocate semplici ma sempre efficaci.

Per il resto, nuova conferma per una delle note più liete di questo Agosto: il neo-acquisto Skriniar è apparso ancora una volta padrone del proprio ruolo, sempre puntuale e lucido nelle chiusure, bravo nel disimpegno e concentrato in marcatura. Certamente giocare a fianco di un Miranda così (anche ieri il brasiliano è stato impeccabile) rende tutto più semplice, ma lo slovacco sta dimostrando gara dopo gara di meritare la maglia da titolare.

Menzione speciale anche per Handanovic (decisivo in almeno due occasioni) e Nagatomo (sempre bistrattato dalla critica ma indubbiamente utile, in special modo contro esterni rapidi ed estrosi come ieri).

Bene anche i subentrati, in special modo Joao Mario, che in mezz’ora scarsa di partita ha mostrato di poter essere il calciatore tanto agognato da Mr. Spalletti: probabilmente non da subito, ma certamente con un po’ di lavoro il portoghese potrebbe diventare il trequartista giusto per questa squadra (avrebbe bisogno di un po’ più di “cattiveria” nella giocata decisiva).

La “cura Spalletti” sembra insomma aver funzionato, almeno per questa prima gara, che ha riproposto un Ivan Perisic in stato di forma eccezionale ed autore di un assist e del 3-0 che ha chiuso definitivamente la gara.

Certo, è ancora troppo presto per entusiasmarsi, ma le premesse sono senza dubbio buone e questo, almeno per adesso, può rassicurarci.

In attesa delle ultime mosse di mercato, godiamoci la bella vittoria di ieri, senza perdere di vista il prossimo e già complicato impegno di Campionato contro la roma.

FORZA RAGAZZI!

.:: I Voti ::.

Handanovic 7

D’Ambrosio 6

Skriniar 7

Miranda 6,5

Nagatomo 6,5

Vecino 6

Borja Valero 7,5

Candreva 6

Brozovic 6

Perisic 7

Icardi (C) 8

 

Joao Mario 6,5

Gagliardini 6

Eder 6

All. Spalletti 7,5

Annunci

Un pensiero riguardo “Inter vs Fiorentina 3-0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...